Ore 7:30 – 8:40

YOGA MARZIALE FLOW con Mirca Grob

Il Chi Gong rappresenta la summa del patrimonio di conoscenze in materia di benessere psico-fisico elaborato dal taoismo e dalle principali tradizioni filosofiche cinesi. Queste due parole racchiudono un sapere antico in tema di medicina, pratica e cultura spirituale. Chi traduce il termine “energia primaria o vitale” mentre Gong traduce la parola “esercizio”, inteso come ricerca profonda sulla respirazione e il riscaldamento tendineo-musculare.
La respirazione costuisce uno dei punti chiave che si modifica con l’allenamento e si trasforma da toracica in addominale, da superficiale a profonda per potenziare la capacità polmonare, stimolare il metabolismo, la circolazione sanguigna e di regolarizzare l’attività del sistema endocrino e dell’apparato digerente.
Il movimento consapevole del corpo prevede un rapporto combinato con il respiro e la stimolazione energetica degli organi principali; flettere, comprimere, tirare le membra con il supporto di una specifica respirazione che serve a riequilibrare l’energia dell’organismo.
Questo lavoro propedeutico d’igiene corporea permette al praticante di connettere e scivolare sempre più in profondità all’interno del suo corpo, aiutandolo a sviluppare autocoscienza e determinazione durante la seduta di meditazione.
Costruendo su questa base portiamo poi nelle posture dello Yoga, siano esse statiche che dinamiche per arrivare a una fusione tra Tai Chi Chuan, Chi Gong e lo Yoga.
Pratico e insegno tali discipline dal 2002. Con gli anni ho sviluppato una sintesi o meglio fusione tra di loro che chiamo Yoga Marziale flow. Nello specifico non propongo assolutamente niente di nuovo ma piuttosto cerco di tornare ad una radice unica e autentica ove tutto si fonde e alterna.
Applicato nel concreto significa stare nel flusso del movimento e di conseguenza portare all’immobilità dove nasce l’incontro con il profondo. Significa canalizzare il Chi per applicarlo sia nella determinazione di un atto marziale, in un’asana che nella staticità e nella quiete, sia nel ricevere che nel dare, nello Yin e nello Yang.


Ore 14:30 – 16:00

CON IL CIELO NEGLI OCCHI con Stefano Vacchi

 Il valore dell’esperienza teatrale per i bambini è racchiuso nella libertà di giocare; il laboratorio è un momento di gioco dove i bambini possono creare, esplorare e nello stesso momento confrontarsi con le proprie difficoltà. L’attività parte dal corpo, attraverso un percorso graduale di conoscenza delle proprie capacità espressive, per arrivare ad utilizzare il linguaggio teatrale per esprimersi.
Giochi d’improvvisazione fisica e vocale si alternano ad esercizi sensoriali per portare i bambini ad avere fiducia in se stessi e ad esprimersi. Il teatro diventa così un momento di scoperta delle proprie emozioni e sensazioni, all’interno di un gruppo in cui il bambino si riconosce tramite la guida del formatore affinché impari a relazionarsi con l’ambiente che lo circonda e a sentirsi coinvolto.

 

 

 

 

 


Ore 18:00 – 19:30

YOGA E TIRO CON L’ARCO con Alessandro Fattorini

 

Preparazione al tiro con l’arco come pratica di postura, respiro, concentrazione, intuizione, intenzione e respiro.

Pratica di asana e di tiro con archi leggeri su bersagli a distanze moderate.

 

 

 

 

 


Ore 21:30 – 23:30
EMOZIONI IN MOVIMENTO – Fernando Battista

Incontrarsi nella relazione attraverso un dialogo non verbale dove il contatto è con la forma che il corpo assume in un qualsiasi istante e ci rivela l’emozione in esso, dove uno sguardo, un incontro, una sensazione trova nel vissuto del corpo, nella forma di quest’ultimo un luogo di accoglienza e possibilità di restituzione.

Scoprire come la relazione con me stesso,con l’altro, prende forma fuori e dentro di me e come si manifesta all’esterno.

Danza come possibilità di dare forma all’incontro con l’altro attraverso il gioco, il divertimento e la scoperta dell’altro sentendosi gruppo che condivide un cammino.


  • Lunedì 27 agosto – Gita, escursione nella natura e/o nei luoghi storici artistici del Gargano
  • Giovedì 30 agosto – Dopo la colazione giornata libera con pranzo al sacco